Una “Magna Charta” della pastorale giovanile, esortata a cambiare – insieme alla Chiesa – partendo dalle critiche dei giovani, per diventare, da ora in poi, “pastorale giovanile popolare”.

È “Christus vivit“, l’esortazione apostolica di Papa Francesco rivolta ai giovani e a tutto il popolo di Dio a conclusione del Sinodo sui giovani di ottobre.

“La gioventù non esiste, esistono i giovani”, il punto di partenza per affrontare questioni come gli abusi, le migrazioni, la sessualità, la questione femminile, i pericoli della Rete, la famiglia, il lavoro.

Articolo completo su La Valsusa dell’11 aprile.

© Riproduzione riservata