Si è concluso da poco un intervento del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese per recuperare un gruppo di 5 migranti bloccati dalla neve tra le montagne nel comune di Cesana.

Sono stati loro a dare l’allarme intorno alle 14 di oggi, lunedì 15 novembre, denunciando freddo e ipotermia. Tuttavia, nonostante il sistema di interpretariato del Nue 112, il tecnico del Soccorso Alpino in centrale operativa non era in grado di localizzarli.

In seguito, i migranti hanno raggiunto un gruppo di case (la frazione di Sagna Longa) dove sono stati individuati fortuitamente da un residente che è anche tecnico del Soccorso Alpino. In attesa di organizzare l’operazione per riportarli a valle, sono stati ricoverati in un luogo protetto e hanno ricevuto una prima assistenza oltre che beni di conforto.

Poiché la viabilità in zona era compromessa per l’abbondante nevicata (circa 80 centimetri nel punto dove si trovavano i migranti), grazie al protocollo operativo siglato dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e l’Esercito Italiano, è stato mobilitato il Comando delle Truppe Alpine di stanza nella caserma di Bousson che ha messo a disposizione un mezzo cingolato BV con cui sono stati recuperati i malcapitati e consegnati alla Croce Rossa.

Sul posto ha operato anche il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

© Riproduzione riservata