Nel primo pomeriggio di oggi, domenica 13 gennaio, è scoppiato un incendio ai Picchi del Pagliaio, in Val Sangone, nel territorio di Coazze.

Il luogo, impervio, ai quasi 2000 metri di quota, è raggiungibile solo a piedi (la via classica è quella salendo da borgata Ciargiur, oltre Forno di Coazze).

Sul posto si sono recati otto volontari delle squadre Aib di Coazze e Giaveno-Valgioie che poco hanno potuto contro le fiamme che correvano veloci sull’erba secca, alimentate dal vento molto forte. Per questo non è potuto intervenire l’elicottero richiesto dalle squadre. Con l’arrivo del buio i volontari sono scesi a valle, anche per l’elevato rischio.

L’incendio, visibile con il buio anche da lontano, sta proseguendo la sua corsa in cresta e nel vallone del Ricciavrè.
La speranza, ora, che il vento cessi. Se così fosse, le basse temperature potrebbero rallentare le fiamme e domattina (lunedì 14) potrebbe intervenire l’elicottero. Ma le previsioni non sono incoraggianti.
Gli Aib ritorneranno in quota lunedì mattina.

Stando alle prime stime, nel solo pomeriggio, quattro ettari di territorio sono stati interessati dal fuoco.

Il Cai Coazze ha messo a disposizione dei volontari il rifugio del Ciargiur come base d’appoggio.

(Foto Aib)

 

LE FOTO DI LUIGI CRISAFI, VOLONTARIO AIB COAZZE

 

 

© Riproduzione riservata