Ultim'ora

Coazze pensa a un bacino antincendio in quota: caccia ai finanziamenti

Un bacino antincendio a 1.400 metri di quota da 320 metri cubi di portata nella valle della Balma, utile per la presa d’acqua degli elicotteri.

È l’opera alla quale da tempo stanno lavorando il Comune di Coazze e l’Unione dei Comuni della Val Sangone, sovraente che ha finanziato il progetto di fattibilità , bell’è pronto nel cassetto solo in attesa di nuovi finanziamenti.

Nuovi perché una serie di motivi, tra cui anche le recenti elezioni che hanno interessato Comuni e Regione, ha fatto sfumare una prima tranche di fondi che l’allora assessore regionale alla Protezione Civile Gabusi aveva intercettato dai Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) e promesso, ossia 400mila dei 900mila euro necessari per realizzare il bacino idrico con annessa pista forestale di accesso da Pian Neiretto.

Servizio su La Valsusa del 27 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.