Mercoledì 16 maggio, alle allieve Andrea Giulia e Ramona Tatar (sorelle gemelle) che frequentano la terza media della scuola secondaria di primo grado “Giulio Nicoletta” di Coazze è stata consegnata una borsa di studio elargita grazie alla generosità della signora Cristina Alessio che ha voluto così ricordare i dieci anni dalla scomparsa dell’amato marito, Gino Girelli. Le due allieve sono state scelte dall’Istituto Comprensivo Coazze quale esempio di costanza, impegno e buona volontà negli studi. Alla breve cerimonia di consegna erano presenti, oltre alla signora Alessio e al figlio, Davide Girelli, anche il vicesindaco di Coazze, Grazia Gerbi, il presidente dell’Admo di Villar Perosa, Mario Bella, e la dirigente dell’Istituto, professoressa Carmelina Venuti, che, essendo preside pure del Pascal, accoglierà, il prossimo anno scolastico, le due sorelle nella scuola superiore giavenese. La borsa di studio potrà essere usata per acquistare libri, testi scolastici e materiale didattico nell’edicola- cartoleria di Simona Barone. “Volevamo fare qualcosa per ricordare mio marito, scomparso il 31 maggio del 2008, e una borsa di studio da consegnare a qualche studente meritevole ci è sembrata un’ottima idea che sarebbe piaciuta anche a lui — spiega la signora Alessio — Abbiamo voluto che Coazze fosse centrale, perché questo è il paese che ci ha accolti, 40 anni fa, prima come villeggianti e poi come residenti a tutti gli effetti. Gino, inoltre, era bene inserito nel volontariato coazzese: faceva parte della Fidas e ha collaborato per molti anni con l’Admo di Villar Perosa, per la quale ha progettato dei mini alloggi destinati a ospitare i parenti dei malati di leucemia che, da fuori provincia o da fuori regione, vengono a farsi curare negli ospedali torinesi”.

 

© Riproduzione riservata