Si accende un faro nel futuro fino ad ora incerto dell’asilo Prever di Coazze.

Dopo l’annunciato addio di Casa di Carità, che gestirà la scuola dell’Infanzia fino alla fine dell’anno scolastico per poi lasciare, le sorti della storica scuola coazzese sono ora in mano ad una cooperativa sociale (una onlus) in fase di costituzione.

Sarà formata da coazzesi e giavenesi, ma non solo, accomunati dalla volontà di non voler vedere i cancelli chiusi di una struttura diventata, negli anni, un punto di riferimento per il paese. Ad annunciarlo, dal palco del Palafeste, è stato il consigliere comunale e capogruppo di minoranza Dino Tessa.

Ampio servizio su La Valsusa del 19 dicembre.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata