“Prevenzione truffe e furti in appartamento”.

È stato questo il tema affrontato dal capitano dei Carabinieri della compagnia di Susa Davide Cozzolino, martedì 5 novembre, in un’affollata aula dell’Unitre.

Gli argomenti sviluppati dal relatore sono stati: tipologie di truffe, consigli utili, controllo del vicinato. Normalmente il truffato avverte vergogna, in realtà non è lui uno stupido ma è molto abile chi fa le truffe. Per carpire la fiducia parla bene il piemontese, è vestito elegante, conosce informazioni personali ricavate ad esempio inserendo il nostro nome e cognome su Google o su un social network.

Vi sono alcune tipologie di truffe ricorrenti, quelle in abitazione hanno avuto un boom negli ultimi anni. Diffusissima, già tre casi in Valle di Susa tra Chiusa di San Michele e Condove, quella del finto direttore delle Poste. Il consiglio generale è di non aprire a nessuno di cui non si è sicuri.

Vi è poi quella del falso addetto di gas, luce, Smat per letture contatori, perdite di gas, analisi dell’acqua… due casi nel 2019 a San Giorio e Chianocco.

Il 112 sa i nominativi di chi legge contatori e simili quindi nel caso si può chiamare per verificarne l’identità. E ancora i falsi avvocato e maresciallo dei Carabinieri e la truffa dello specchietto.

Servizio su La Valsusa del 7 novembre.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata