Cosa c’è di più rilassante che godersi una buona pizza nell’intimità della propria casa? Va bene la pizzeria, ma se uno ha voglia di star tranquillo per una sera, l’unica soluzione è quella di puntare sull’asporto.

Ci sono tuttavia diversi comuni che un locale che faccia pizze da asporto non ce l’hanno proprio e ad allontanarsi per troppi chilometri si rischia di fare ritorno con una Napoletana fredda e difficilmente recuperabile.

Se il cliente non va dal pizzaiolo sarà dunque il pizzaiolo ad andare dal cliente. È questa la filosofia che ha spinto Marco e Oscar Catalano (padre e figlio) e Simona Bassi (compagna del papà) a iniziare l’avventura di “Pizza al volo”, l’unica pizzeria itinerante della zona dotata di quattro ruote, dove la pizza al mattone viene preparata sul momento in un autentico forno a legna, come vuole la più severa tradizione partenopea.

Servizio su La Valsusa del 6 febbraio.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata