Bassa Valle

Concerto Rock per la Banda Musicale di Mompantero alla presenza del Vescovo Nosiglia

MOMPANTERO – Anche il Vescovo Emerito monsignor Cesare Nosiglia al “Concerto Rock” della Banda Musicale di Mompantero.

Sabato 25 giugno alle ore 21 nel parco giochi di frazione San Giuseppe la Banda di Mompantero ha presentato il suo primo concerto d’estate dopo la pandemia che l’aveva costretta ad una lunga inattività.

Erano presenti oltre ad un folto pubblico il sindaco di Mompantero Davide Gastaldo, con la sua vicesindaco Maria Laura Pesando e l’assessore Gianluca Sobrato. In rappresentanza dell’Anbima c’era il consigliere regionale Luca Bronzino che ha portato i saluti del presidente provinciale Pierfranco Signetto e del presidente regionale Ezio Audano.

Ospite d’onore monsignor Cesare Nosiglia, accompagnato da don Remigio Borello rettore del Santuario Madonna del Rocciamelone.

Il concerto di brani rock del repertorio internazionale è stato diretto dal maestro Federico Guerra ed è stato presentato con competenza da Adriana Frijio che ha anche scritto l’ultimo sonetto della Banda.

Durante l’intervallo il vicepresidente della Banda Valter Belletto ha portato i saluti del direttivo e dei musici al pubblico presente auspicando che la pandemia sia alle spalle in modo da poter continuare l’attività in tutta sicurezza.

Il sindaco Gastaldo da parte sua ha fatto i complimenti per la bellissima serata attesa da tanto tempo.

Monsignor Nosiglia ha notato che nella Banda vi sono molti giovani perfettamente affiatati con i musici più anziani, don Remigio, sempre vicino in tutti i modi alla Banda, ha detto che per un piccolo paese come Mompantero la giovane Banda sia un fiore all’occhiello ed un valore aggiunto per il territorio.

A conclusione della serata, dopo l’immancabile bis, è stato offerto un rinfresco che, data la stagione, è stato molto gradito.

Luca Giai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.