CONDOVE – Condove capitale d’Italia dei formaggi.

Che Condove sia il Paese della Toma è ormai risaputo. Che Condove abbia la sagra dedicata alla Toma è ormai tradizione da una trentina d’anni. Che Condove abbia una delle sagre della rassegna “Gustovalsusa” più partecipate è altrettanto noto. Ma c’è di più: Condove per un giorno si candida ad essere capitale d’Italia dei formaggi.

Dove se non a Condove poteva svolgersi “Formaggi d’Italia”, un evento organizzato in sinergia tra Comune e Pro Loco di Condove, con l’ente di gestione Parco delle Alpi Cozie e con l’Onaf.

L’appuntamento è per sabato 9 ottobre alle ore 18,30 presso il bocciodromo di via Roma 3. Nell’ambito delle iniziative della Festa della Toma 2021, “Formaggi d’Italia” propone un’apericena d’eccellenza. Eccellenza di prodotti ed eccellenza di guide alla degustazione di queste prelibatezze. Infatti quest’anno, oltre alla competenza e la professionalità degli esperti dell’ONAF, sarà presente a Condove anche il famoso gastronomo Leonardo Romanelli, che guideranno i fortunati assaggiatori nel mondo del formaggio.

Ma cosa si degusterà? Rosario Decrù dell’Ente Parco Alpi Cozie ed anima dell’iniziativa presenta un primo elenco di ghiottonerie: “Per questa edizione di “Formaggi d’Italia” abbiamo il piacere di presentare oltre ovviamente alla Toma di Condove tra gli altri anche Pecorino sardo Ena Raimondo, Fiore sardo Bussu, Pecorino Toscano Palagiaccio, Formaggio tipico Parchi Alpi Cozie Agu’, Dahu’ Agu’ ed il Betthelmat.

Che dire solo: Condove capitale del formaggio.

 

Luca Giai

© Riproduzione riservata