Schiamazzi, assembramenti, situazioni di degrado e problemi di igiene del territorio e di pregiudizio al decoro ed all’arredo urbano.

Sono molte le ragioni che hanno spinto il sindaco di Condove Jacopo Suppo a intervenire in maniera incisiva per porre un freno ad una situazione divenuta ormai insostenibile.

Il risultato? Un’ordinanza contingibile e urgente in vigore su tutto il territorio comunale dal 10 luglio al 31 luglio, che vieta ad esercizi commerciali e a distributori automatici la vendita di bevande alcoliche da asporto di qualsiasi gradazione ed in contenitori di qualsiasi genere dalle ore 22,00 alle ore 6,00.

Ma non solo. Alle medesime condizioni il documento sancisce anche il divieto di consumo e detenzione finalizzata al consumo di sostanze alcoliche in tutti i parchi, giardini ed aree pubbliche cittadine.

Una misura entrata nel vivo già lo scorso weekend, incoraggiata dalle sempre più frequenti segnalazioni fatte pervenire al sindaco dai residenti di Piazza Martiri della Libertà e Via Torino, tra le aree più colpite dagli effetti della movida selvaggia.

Servizio su La Valsusa del 16 luglio.

Federica Allasia

© Riproduzione riservata