Cultura

Connessi nell’arte, le opere dei ragazzi della scuola G.F.Re di Condove

L’arte intesa come strumento di connessione per superare le difficoltà, per essere uniti, per riscoprire la bellezza. Questo è il messaggio lanciato dalla mostra “Connessi nell’arte”, l’esposizione di tutti i lavori artistici prodotti dai ragazzi della scuola media “G.F.Re” dell’Istituto Comprensivo di Condove.

La mostra, racchiusa fra le mura della storica chiesa Parrocchiale di San Pietro a Condove, è stata inaugurata sabato 28 maggio e resterà visitabile sino al 5 giugno con orario 16-18.

L’evento artistico, curato dalle professoresse di arte Maria Grazia Bombaci ed Isabella Iozzolino, è promosso dall’associazione culturale Eleval- Momenti d’arte in collaborazione con l’associazione Amici Chiesa di San Rocco.

Le insegnati Bombaci e Iozzolino hanno portato a termine l’arduo compito di condurre i ragazzi verso l’utilizzo dell’arte intesa come potente strumento di comunicazione, capace di superare anche le grandi distanze che la pandemia ha creato fra i giovani.  La copertina della mostra è un progetto artistico portato avanti da tutte le classi prime dell’istituto. “Ogni ragazzo ha lavorato su una sezione dell’opera -spiegano le insegnati –  ma solo unendo insieme il lavoro di tutti essa ha raggiunto la sua completezza, che suggerisce a chi la guarda la consapevolezza che lavorare insieme fa sentire meno soli, più forti, più creativi.”

 

 

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 2 giugno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.