Coop ha deciso la chiusura degli oltre 1100 punti vendita la domenica, a partire da domenica 22 marzo per le prossime 2 settimane, riservandosi la possibilità di rivalutare la situazione fra 15 giorni.

Dopo l’istituzione del comitato di crisi nazionale e le regole per lavorare in sicurezza, Coop vara a livello nazionale una nuova misura che ha una duplice valenza: rispondere alle esigenze del personale che lavora nei punti vendita e limitare ulteriormente le uscite da casa delle persone in linea con le indicazioni del Governo.

“La riteniamo una misura doverosa per due motivi entrambi importanti — scrive l’azienda in un comunicato stampa — Così facendo contribuiamo a limitare le presenze per strada, diluendo gli acquisti delle famiglie durante i giorni feriali della settimana e impedendone la concentrazione durante la domenica.  Contemporaneamente veniamo incontro alle necessità dei colleghi che operano nei punti vendita e che tanto stanno facendo per garantire un servizio essenziale alle persone; sarà utile per avere una pausa in più in grado di attenuare la tensione delle scorse settimane. La misura è ovviamente eccezionale e limitata.”

A partire da domenica 22 marzo, tutti i 63 punti vendita della rete Nova Coop di Piemonte e alta Lombardia resteranno chiusi la domenica per tutto il periodo di emergenza sanitaria legata al COVID-19. Nei giorni scorsi Nova Coop aveva già intrapreso unilateralmente la decisione di chiudere i banchi assistiti e di anticipare l’orario di chiusura di tutti i punti vendita alle 19 per condurre le attività quotidiane di riassortimento e sanificazione dei locali a negozio chiuso.

© Riproduzione riservata