Cosa significa “Smart Working”? La normativa fa riferimento a “una maggiore utilizzazione degli strumenti informatici e telematici”. A una forte presenza sul territorio, tra biblioteche, archivi, uffici turistici e musei, Culturalpe accompagna dalla sua nascita una solida presenza digitale. Essere smart, infatti, è sinonimo di crescita sostenibile: è una strategia evolutiva, una via per la sopravvivenza.

L’emergenza Covid-19 ha provocato prima un generale rallentamento, poi la sospensione delle attività sul territorio. L’impossibilità di proseguire le interazioni con l’utenza sulla rete di biblioteche civiche gestite (Avigliana, Bardonecchia, Oulx, Sauze d’Oulx e Sestriere), tuttavia, ha fatto letteralmente esplodere le iniziative digitali. “La fantasia è un posto dove ci piove dentro”, scrisse Italo Calvino, e qui diluvia ininterrottamente da 11 anni.

Così è nato Letture sul filo, un ciclo di narrazioni che intende riannodare i rapporti recisi dalla pandemia attraverso una dimensione che va oltre lo spazio-tempo, ossia lo spazio della narrazione. A cadenza bisettimanale, Culturalpe pubblica sulla propria pagina Facebook delle storie da ascoltare e riascoltare: il venerdì fiabe, favole e novelle illustrate; da mercoledì 1 aprile, invece, esplorerà l’opera di Emilio Salgari.

Ciascuna biblioteca partecipa all’iniziativa con consigli di lettura, recensioni, podcast e laboratori segnalati dall’hashtag #letturesulfilo. Due esempi: Bardonecchia propone Piccole donne di Louisa May Alcott; e Maria Teresa Alessio, la bibliotecaria delle civica “Primo Levi” di Avigliana, ha creato dei tutorial per ottenere le credenziali MLOL e accedere a un sistema con 9.993 e-book, 394 audiolibri, oltre 120.000 risorse musicali, più quotidiani e riviste italiani e stranieri.

Con la presenza digitale costante e competente dei nostri bibliotecari si afferma perciò una “rete nella rete” che riverbera quella tra gli scaffali. Sono tutte iniziative nate dall’emergenza, ma nate per restare. L’obiettivo è condividere bellezza e fare dei libri e della letteratura, ancora una volta, il filo rosso capace di tenerci uniti attraverso ogni tempesta.

© Riproduzione riservata