Non ha sintomi ed è in isolamento a casa sua, ma alla fine anche Michele Grio, primario del reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale di Rivoli si è “beccato” il Coronavirus.

Lo ha annunciato lui stesso con un post su Facebook, spiegando pure come la positività sia emersa durante un controllo di routine a cui sono sottoposti ciclicamente tutti gli operatori sanitari.

Non sono una persona importante e non lo rivelo come fanno le persone famose. Ve lo dico solo per dare il messaggio che bisogna stare attenti, sempre, e non sempre basta. E perchè, nonostante i tanti malati che oggettivamente stanno soffrendo, parecchi fortunati come me (al momento) si infettano senza sintomatologia. Meglio così.

Mi dispiace solo per la mia famiglia, che devo proteggere isolandomi nel miglior modo possibile, e per i miei amici e colleghi, che sapranno senz’altro fare a meno di me per il periodo di quarantena, continuando a battersi con il cuore per i nostri pazienti, cui invio idealmente un abbraccio di incoraggiamento per la più rapida e completa guarigione”, ha scritto il dottor Grio che ora dovrà osservare un periodo di riposo forzato, ma già scalpita per tornare al più presto nel suo reparto.

© Riproduzione riservata