Nessuno vorrebbe trovarsi nella situazione di dover stare forzatamente e il più possibile all’interno di quattro mura, soprattutto in un periodo di allerta, di emergenza e di umori preoccupati.

Lo sa bene Francesca, una segusina che, proprio in questi momenti, sta scontando la sua quarantena, poiché rientrata in Francia dopo aver trascorso del tempo dalla sua famiglia a Susa, considerata “zona rossa” a causa dei casi contagiati in Piemonte. Ma ripercorriamo insieme la sua storia.

Francesca, ventitreenne nata e cresciuta a Susa, è partita per Parigi un anno fa e ha trovato lavoro oltralpe nel settore della ristorazione.

Nei giorni di chiusura dell’azienda per cui lavora, lei e altri suoi colleghi italiani hanno deciso di tornare in Italia per riabbracciare le rispettive famiglie.

Ed è proprio in questi giorni di pausa, di svago e di affetto che è arrivata la notizia: la Francia ha imposto una quarantena di quattordici giorni a tutte le persone rientrate dal terzo Paese al mondo per numero di contagi da Coronavirus, l’Italia.

Servizio su La Valsusa del 5 marzo.

Ilaria Genovese

© Riproduzione riservata