La pandemia ha fatto pensare a molti addetti ai lavori che i Campionati Mondiali di sci Alpino di Cortina 2021 potessero essere annullati.

L’organizzazione ci ha creduto fin dall’inizio, non mollando mai e proseguendo secondo il programma stilato, e si sono eseguiti tutti interventi finanziari in tempo utile e di notevole livello.

Con milioni di spettatori collegati in diretta televisiva, e poco più di un centinaio nel parterre antistante al palco di piazza della Stazione, poiché i giochi si eseguiranno a porte chiuse a causa del Covid19; Cortina ha presentato un territorio di una bellezza unica.

Settantacinque minuti, ripercorrendo la storia del grande sci mondiale che ha saputo valorizzare l’unicità dell’Italia, del Veneto (dall’ arena di Verona per giungere fino a Venezia con la sua rappresentazione del Carnevale – con costumi unici e di pregio storico) e delle Dolomiti come suo “Patrimonio dell’Unesco”.

A fare gli onori di casa è stata la conduttrice Petra Loreggian, tra le più conosciute voci di Rds (Radio Dimensione Suono), che ha gestito in modo impeccabile la serata di gala.

Ampio servizio su La Valsusa dell’11 febbraio.

Paolo Comba

© Riproduzione riservata