Al momento sul territorio aviglianese sono 6 le persone positive, 3 ospedalizzate e 3 in isolamento domiciliare. Sono invece 5 le persone in isolamento fiduciario a scopo precauzionale. Un paziente è invece guarito.

In virtù di una nuova nota della Regione Piemonte del 19 marzo, a partire da oggi l’ecocentro di Avigliana resterà chiuso. Per consentire ai professionisti (utenze non domestiche) che hanno comunque bisogno di conferire rifiuti, rimarrà aperto soltanto l’Ecocentro di Almese, al quale possono essere portati anche gli sfalci delle potature. Acsel, al momento, manterrà quindi la raccolta domiciliare degli ingombranti e della frazione verde.

Su decisione dell’ASL-TO3 sono stati temporaneamente sospesi i servizi medici della Casa della Salute di Avigliana. Vengono mantenuti i servizi infermieristici di prossimità per la popolazione fragile, inclusi gli interventi domiciliari e le medicazioni non differibili da eseguirsi ambulatorialmente dopo idoneo triage di ingresso. Viene confermato il servizio notturno e festivo di guardia medica con l’ipotesi, al momento allo studio, di un’estensione anche alle ore diurne.

L’Unione Montana Valle Susa anche in questo periodo di emergenza sanitaria del Covid-19, continua la sua piena operatività.

Continua anche e, anzi, si intensifica la rete dei sindaci per affrontare l’emergenza nel modo più coordinato e condiviso possibile.

Un’azione indispensabile per evitare confusione nella popolazione toccata dalle disposizioni relative all’imperativo del “Restate a casa”.

Confermata la decisione di tenere i mercati aperti per evitare ulteriori assembramenti presso i centri commerciali per l’approvvigionamento principalmente di frutta e verdura: il giovedì ad Avigliana in piazza del Popolo ci saranno quindi i banchi degli alimentari con tutto il rispetto delle distanze e dei dispositivi di protezione. Anche i cimiteri restano aperti su tutto il territorio.

© Riproduzione riservata