Rischio fallimento per il fantaparco ai tempi del Covid-19.

Il grido d’allarme viene da Luca Primela che con la moglie, nel 2012, ha aperto la società “Bim Bum Baaam Fantaparco”, che ha da sempre sede legale a Foresto e una sede operativa a Villar Focchiardo.

Il rischio default per Bim Bum Baaam è davvero reale, in quanto l’attività di Luca Primela non rientra tra quelle previste negli aiuti governativi. Lo dicono inequivocabilmente i numeri: a causa dell’emergenza Covid-19 l’attività della società che è stagionale ha perso 40mila euro. Luca Primela spiega cosa è successo.

Servizio su La Valsusa del 14 maggio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata