Per alcuni la vacanza non è una meta, bensì il viaggio stesso.

Ne sanno qualcosa quattro amici valsangonesi che, dal 18 al 27 agosto, hanno percorso ben 1116 chilometri e 5mila metri di dislivello.

I quattro ragazzi, Manuel Portigliatti Piancera, Salvatore Catalano, Luca Bernardi ed Enrico Ostorero, sono partiti da Giaveno e, dopo un bel po’ di pedalate, sono infine arrivati a Bisceglie, in Puglia, da dove hanno raggiunto Bari per poi prendere un volo verso casa.

Giaveno- Bisceglie

I quattro ragazzi poco prima della partenza da Giaveno, lo scorso 18 agosto

“All’inizio della scorsa primavera abbiamo pianificato a tavolino l’intero viaggio e ogni singola tappa, prenotando anche i vari hotel e bed & breakfast lungo il percorso — spiega Manuel, che lavora come ingegnere a Giaveno — Non abbiamo lasciato nulla al caso, nemmeno la meta finale, scelta perché Salvatore, di origini pugliesi, ha laggiù ancora dei parenti che ci hanno potuto ospitare”.

Giaveno Bisceglie

I valsangonesi al loro arrivo a Bisceglie (Barletta- Andria- Trani)

Le tappe sono state otto: Giaveno- Sale- Collecchio- San Lazzaro di Savena- San Marino- Civitanova Marche- Ortona- Lesina e Bisceglie e i ragazzi hanno percorso dai 130 ai 150 chilometri al giorno.

Servizio su La Valsusa del 12 settembre.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata