La grave instabilità politica che da mesi sta affliggendo il Burkina Faso non ha fermato il viaggio di un gruppo di sette volontari torinesi di Lvia che, dal 1° al 15 gennaio scorsi, si è recato nel poverissimo Stato africano per portare gli aiuti raccolti fra Sangano e Bruino nell’ultimo anno.

Del gruppo facevano parte anche due sanganesi: Silvio Boccacino e Paolo Lobetti Bodoni, quest’ultimo figlio dell’ex presidente del gruppo territoriale sanganese di Lvia, Renato.

Dopo avere aiutato per anni il villaggio di Kièrè, ora l’attenzione dei volontari si è spostata su un altro paesino: Sienì, nel dipartimento di Houndè e nella provincia di Suy.

Articolo completo su La Valsusa del 14 febbraio.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata