Importante appuntamento per la comunità nel pomeriggio di sabato 19 maggio. Il progetto “#MyProtection”, promosso dalla Cri comitato di Susa, ha fatto tappa in Val Cenischia; fra gli obiettivi dello stesso, come ha spiegato la presidente Elisa Bardotti, vi è dotare di un defibrillatore automatico ogni località e Novalesa è il secondo paese dopo Chianocco che quest’anno ne ha ricevuto uno. Ai presenti è stato spiegato il valore del dispositivo e sono stati illustrati i comportamenti da tenere in caso di emergenza. Tra i novalicensi sono numerose le persone che hanno seguito il corso di formazione per l’uso del defibrillatore, che è stato collocato, annunciato dal suono di una sirena, nell’apposita teca esterna apposta accanto all’ingresso del municipio. Articolo completo su La Valsusa del 24 maggio.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata