Con Dinamite, di Esther Ruggiero e per la regia di Oscar Ferrari, saliranno sul palco i padroni di casa. Il terzo appuntamento di Rassegna-T vedrà infatti l’associazione teatrale Messinscena portare in scena al teatro Magnetto di Caselette, l’8 marzo prossimo, uno spettacolo dedicato alle donne, al lavoro e alla Valle.

Dinamite è liberamente tratto  da “Who won the Nobel Prize?” , di Laura Lucchini Balbo, ed è una storia legata al Dinamitificio Nobel, uno fra i primi siti industriali italiani e primo stabilimento in cui si sia prodotta la dinamite a livello industriale.

Lo spettacolo segue le cinque donne protagoniste nel loro viaggio verso il Sud Africa, dove porteranno le loro capacità nella produzione della dinamite, e la loro scoperta di un mondo completamente nuovo e diverso dalla terra d’origine.

“Lo spettacolo vuole essere un punto di partenza per raccontare dinamiche sociali e di migrazione, mai così attuali quanto oggi. Lo sfruttamento, la maternità, il lavoro, con quella particolare attenzione che spesso le donne riescono a mettere in ciò che fanno: l’atavica, e probabilmente, genetica capacità di cura”, dicono gli autori.

Celebrare davvero la festa delle donna

“Sottolineare come le donne rivestano, spesso, un ruolo fondamentale nelle realtà produttive e in tutti gli altri ambiti della vita, è il modo migliore per festeggiare le donne“, per questo lo spettacolo va a cadere proprio nella ricorrenza a loro dedicata, che dal lavoro trae tristemente origine.

Appuntamento alle 21 dell’8 marzo 2019. Lo spettacolo è incluso nell’abbonamento Rassegna-T 2019. I singoli biglietti sono acquistabili prima dello spettacolo o già ora sulla pagina online di Vivaticket.

Paola Bertolotto

© Riproduzione riservata