Da 16 anni inaugura le manifestazioni settembrine. È “Giaveno Città del Buon Pane” che, domenica 8, torna puntuale a dar voce al “popolo bianco” e attenzione ai prodotti da forno.

Organizzata dall’amministrazione comunale, ha il suo cuore pulsante nell’affiatato gruppo dei panificatori artigianali “Pane De.C.O.”, composto da Dario Calcagno Tunin, Giovanni e Michele Chiambretto, Antonio Morisciano ed Andrea Goitre, supportati in questa giornata da altri panettieri giavenesi, familiari e amici.

Come sempre, dal mattino, li si potrà trovare al lavoro in piazza Mautino, che per un giorno si trasforma in un’area forni, pronti a sfornare senza sosta pane, dalle forme della tradizione, come micca, biove, mezzana e stirotto, alle varianti più moderne ai cereali, segale e mais, ma anche pizza, grissini, biscotti e paste di meliga.

E proprio tra le golosità sfornate domenica, c’è la prima novità di questa edizione: le pizze “gourmet” con la salsiccia, i peperoni, pomodorini e cipolle, provenienti dalle aziende locali Fratelli Bramante, Barone Federico e Maritano Marco e la pizza al Cevrin di Coazze, dell’azienda Maria Lussiana.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata