Aiutatemi ad aiutare” non è uno slogan nuovo, ma è quello che fa suo la Parrocchia alle prese con importanti lavori di ristrutturazione finalizzati ad ospitare gruppi e famiglie di profughi provenienti dall’Ucraina.

Confido nella Provvidenza come sempre – spiega il parroco di San Giorio don Antonello Taccorima proprio non possiamo aspettare. La guerra in Ucraina non concede tempo, dobbiamo attivarci per aiutare chi fugge dalle bombe”.

Ed ecco il progetto della Parrocchia: ospitare una ventina di profughi (donne e bambini) nei locali parrocchiali che sono per lo più inutilizzati.

Articolo completo su La Valsusa del 5 maggio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata