Prestigioso traguardo per Sebastiano Iacopelli e Mario Gilli, i due cittadini rostesi che, nella giornata di lunedì 17 dicembre, sono stati insigniti del titolo di cavalieri dell’ordine “Al merito della Repubblica Italiana” con il decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La cerimonia si è svolta al mattino, a partire dalle 11:30, presso il comando per la formazione e scuola di applicazione dell’esercito, in via Arsenale. Il tutto alla presenza della sindaca di Torino Chiara Appendino, del prefetto di Torino e dellamministrazione comunale rostese, dinanzi ai quali Sebastiano e Mario hanno ottenuto l’importante onorificenza per mano del comandante provinciale dell’arma dei carabinieri di Torino.

“Ho provato un’emozione unica – ha dichiarato Sebastiano Iacopelli – Il primo a darmi la comunicazione è stato il sindaco Domenico Morabito e, subito dopo, ho ricevuto la lettera ufficiale. È un bel traguardo che ho ottenuto dopo 36 anni di servizio nell’arma dei carabinieri, ma anche per le attività di volontariato”.

Sebastiano, infatti, è presidente dell’Avis di Rosta, ma anche vicepresidente dell’associazione intercomunale Aido di Rosta e Buttigliera Alta, sostenitore della raccolta fondi Telethon, nonché volontario della protezione civile, dell’Aism, della pro loco: insomma, un cittadino che si è sempre dedicato (e continua a dedicarsi) a mille attività per aiutare il prossimo.

Dal 1978, poi, ha iniziato la sua carriera nell’arma e, dopo un anno di formazione a Roma, ha iniziato il suo percorso prima a Oulx, poi a Susa e, infine, a Rivoli. Un lavoro che ha sempre svolto con passione e dedizione, tanto da aver influenzato il percorso del figlio che, seguendo le sue orme, ha scelto di intraprendere la stessa professione.

Alessia Taglianetti

© Riproduzione riservata