Sono purtroppo finite nel peggiore dei modi le ricerche del signor Giovanni Voddo, il 79enne che era scomparso da Novaretto, frazione di Caprie, lo scorso 7 luglio.

Il corpo senza vita che la Dora ha restituito questa mattina all’altezza di Avigliana è infatti il suo.

Voddo ha trascorso presumibilmente tutto questo tempo in acqua, pertanto il suo cadavere era irriconoscibile. Il riconoscimento è stato fatto nel pomeriggio attraverso alcuni effetti personali, fra cui la fede con la data del matrimonio.

Il cellulare non è invece stato trovato, forse perché trascinato via dalla corrente del fiume.

Rimane ancora da chiarire se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario. Saranno i Carabinieri della Compagnia di Rivoli a stabilirlo dopo le indagini.

La salma, recuperata dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco, è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria e si trova presso l’ospedale di Rivoli.

Servizio su La Valsusa del 22 luglio.

© Riproduzione riservata