Si chiamano Cavalieri della Sacra ma non hanno nulla di guerresco nelle loro intenzioni, piuttosto il gruppo che si è presentato lo scorso 4 dicembre è un’associazione di amici, sostenitori, estimatori del monumento simbolo del Piemonte e di quello che rappresenta per la fede e la cultura.

Il sodalizio è uno dei segni del nuovo corso per la millenaria abbazia che dal settembre del 2018 ha un nuovo rettore, il rosminiano don Claudio Papa, felice di rilanciare il ruolo della Sacra di San Michele in collaborazione con i territori che la circondano.

“È un’associazione che punta in alto, alla realtà culturale nei suoi diversi aspetti e che ha iniziato a muovere i primi passi con l’iniziativa del festival musicale Stelle delle Valli – ha spiegato il rettore – ma altre proposte si vanno già definendo per guardare all’arte e ad all’ambito scientifico – speculativo. L’importante è avere qui delle persone per dare un annuncio cristiano, non parlare alle pietre ma alle persone”.

Servizio su La Valsusa del 12 dicembre.

Riccardo Salomoni

© Riproduzione riservata