È partito “Libri per tutti”, l’innovativo progetto grazie al quale alcune biblioteche del territorio (Almese, Condove, Mompantero e Villar Focchiardo) sono state dotate di libri scritti nei simboli della comunicazione aumentativa e alternativa (CAA) e altre tipologie di testi accessibili.

Un’iniziativa che viene incontro alle esigenze delle persone, in particolare bambini, con disturbi comunicativi, resa possibile grazie alla convenzione siglata tra Unione Montana Valle Susa (ente gestore del Sistema Bibliotecario locale) e Fondazione Paideia (che da quasi trent’anni si occupa di infanzia e inclusione).

Grazie alla collaborazione tra i due Enti, nelle strutture del territorio, come scuole (infanzia, prima e secondaria di primo grado), biblioteche e sedi di neuropsichiatria infantile, sarà possibile reperire libri modificati con i simboli della CAA. Inoltre, sono in programma l’organizzazione di laboratori di lettura inclusiva, la promozione di opportunità formative sulla lettura accessibile e la creazione di un punto informativo sulla CAA.

Attualmente le 4 biblioteche sono state dotate di oltre 260 libri inclusivi stampati dall’Unione Montana, a cui si aggiungono ulteriori 50 forniti da Fondazione Paideia.

È nostra intenzione – spiega l’assessora al Sistema Bibliotecario Elisabetta Serrapromuovere un modo di fare cultura più inclusivo possibile. I libri acquistati finora e le 4 biblioteche che ne sono dotati sono il primo germoglio di un’iniziativa che vogliamo che cresca e fruttifichi. A breve vorremmo acquistare altri libri, in modo da dotarne sempre più strutture, rendendo così tutto il territorio dell’Unione culturalmente accessibile”.

È bello – afferma Fabrizio Serra, direttore della Fondazione Paideia – che il territorio abbia accolto con entusiasmo un progetto a cui dedichiamo molte risorse, perché crediamo che la Comunicazione Aumentativa e Alternativa sia uno strumento tangibile per l’accesso alla lettura di tutti i bambini. Oltre alla fruizione dei libri inclusivi grazie agli scaffali dedicati abbiamo a cuore la promozione, in parallelo, di attività formative che possano generare sempre più consapevolezza sul tema”.

Per dare il via ufficiale il progetto, il prossimo 20 maggio la dott.ssa Anna Peiretti, responsabile del progetto “Libri per tutti”, terrà un seminario online rivolto a tutti i soggetti coinvolti nel mondo dell’infanzia: personale di ASL, biblioteche, CONISA e scuole, pediatri, associazioni di genitori con bambini con disabilità. Un’occasione preziosa per scoprire che cosa sono i libri in simboli e come si leggono.

© Riproduzione riservata