Le Associazioni Rainbow4Africa e Missionland hanno inviato, 48 ore dopo la richiesta di intervento, un Posto Medico Avanzato con Team Sanitario per l’emergenza terremoto a Durazzo in Albania su richiesta della struttura di Emergenza locale. Nella missione sono stati impegnati 6 medici, 2 infermieri, 4 logisti supportando i punti ospedalieri della vasta regione, alcuni con un bacino di popolazione pari a circa 80000 persone e facendo stupire i colleghi e e le autorità albanesi per la rapidità ella risposta.

Hanno trattato insieme ai colleghi albanesi moltissimi pazienti e ricevuto la visita di ministri e ambasciatori, In ultimo hanno lasciato una roulotte che è stata donata al Sistema di Emergenza Albanese come ambulatorio mobile.

“Questa notte tutto il team R4A-Missionland è tornato alla base”, scrive R4A il 16 dicembre. “Grazie a tutti quanti sono partiti, hanno lavorato in italia o si sono dati disponibili. Abbiamo dimostrato un incredibile efficienza: Rainbow4AfricaMissionland sono stati attivati da una richiesta di aiuto due giorni dopo il terremoto per assistere sopravvissuti e sfollati. Nel giro di 48 ore il posto medico avanzato dotato di attrezzature di diagnosi e cura di livello intensivo per 2 posti e subintensivo per 6 letti era pronto presso il Campo di Vore. Dopo alcuni giorni ci è stato chiesto supporto per un’altra emergenza , l’evacuazione dell’ospedale di Lac. Anche qui abbiamo stupito i colleghi e le autorità albanesi per la rapidità della risposta. Ora siamo tornati a casa, stanchi, ma consapevoli di una macchina organizzativa e professionale che ha funzionato bene. Un enorme grazie ai partner e compagni di viaggio di Missionland che come sempre hanno sviluppato un fantastica attività logistica che riesce sempre a risolvere i problemi. Ringraziamo inoltre il Banco Farmaceutico e Farma Onlus che ci hanno immediatamente rifornito di medicinali e presidi, FullBrand che ci ha permesso di implementare una stazione di Telemedicina e la straordinaria collaborazione del Sistema di Emergenza 127 dell’Albania“. 

Fine Emergenza AlbaniaQuesta notte tutto il team R4A-Missionland è tornato alla base. Grazie a tutti quanti sono partiti , hanno lavorato in italia o si sono dati disponibili .Abbiamo dimostrato un incredibile efficienza: Rainbow4Africa e Missionland sono stati attivati da una richiesta di aiuto due giorni dopo il terremoto per assistere sopravvissuti e sfollati. Nel giro di 48 ore il posto medico avanzato dotato di attrezzature di diagnosi e cura di livello intensivo per 2 posti e subintensivo per 6 letti era pronto presso il Campo di Vore. Dopo alcuni giorni ci è stato chiesto supporto per un’altra emergenza , l’evacuazione dell’ospedale di Lac. Anche qui abbiamo stupito i colleghi e le autorità albanesi per la rapidità della risposta. Ora siamo tornati a casa, stanchi, ma consapevoli di una macchina organizzativa e professionale che ha funzionato bene.Un enorme grazie ai partner e compagni di viaggio di Missionland che come sempre hanno sviluppato un fantastica attività logistica che riesce sempre a risolvere i problemi. Ringraziamo inoltre il Banco Farmaceutico e Farma Onlus che ci hanno immediatamente rifornito di medicinali e presidi, FullBrand che ci ha permesso di implementare una stazione di Telemedicina e la straordinaria collaborazione del Sistema di Emergenza 127 dell’Albania.Consorzio Ong Piemontesi

Pubblicato da R@inbow for Africa – R4A su Lunedì 16 dicembre 2019

© Riproduzione riservata