La Sacra di San Michele si è confermata, anche in questi mesi estivi, meta culturale e turistica di rilievo internazionale. Soprattutto nel mese di agosto si è registrata una presenza di riguardo in termini numerici.

Rispetto agli anni passati, a causa dell’emergenza Covid-19, i visitatori sono stati più italiani che stranieri.

Oltre ai piemontesi, molti lombardi hanno visitato la millenaria abbazia. Si è quindi verificato un cambiamento di abitudini, sia negli orari sia nel numero di partecipanti.

Famiglie e singoli su tutti, mentre i gruppi ancora non possono organizzarsi al meglio per i trasporti né per la partecipazione alle visite.

Grande successo ha registrato l’apertura straordinaria fino alle 18.30 che ha raccolto consenso e apprezzamento nei visitatori.

Le visite combinate tra Sacra di San Michele, Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso ed Avigliana sono state uno stimolo importante per la partecipazione ai tour.

Si ricorda che sono attive le navette per la Sacra di San Michele ogni mercoledì, sabato, domenica e giorni festivi dal 2 giugno al 1° novembre.

Il bus ha partenza dalla stazione ferroviaria con orari: 9,30 – 11 – 14,30 – 16,30 – 18. In quaranta minuti il mezzo arriva al Pirchiariano. Il biglietto intero costa 5 euro andata e ritorno, mentre 2,50 euro il biglietto ridotto andata e ritorno. Il rientro è previsto alle 10,15 – 12,30 – 15,15 – 17,15 e 18,45.

Gli orari di visita dal 1°settembre sono dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,00 e il pomeriggio dalle 14,30 alle 17,30. Il sabato c’è il consueto orario continuato dalle 9,30 alle 17,30. Infine la domenica l’orario è continuato dalle 9,30 alle 17,30 con ingresso consentito solo per la Santa Messa dalle 11.15 alle 13.

Durante il mese di agosto invece l’orario è prolungato con orario continuato tutti i giorni dalle 9,30 alle 18,30. Quella è l’ora in cui verranno chiusi i cancelli per l’ultimo ingresso.

© Riproduzione riservata