Il Comitato della Croce Rossa di Villar Dora organizza sabato 4 luglio una fiaccolata per celebrare la nascita della Croce Rossa e per simboleggiare speranza e rinascita dopo i difficili momenti dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Ogni anno volontari e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si ritrovano nei luoghi in cui nel 1859 si svolse la battaglia di Solferino, al termine della quale Henry Dunant ebbe l’Idea di fondare quella che, negli anni, è diventata la più grande associazione di volontariato esistente. La manifestazione si conclude con la tradizionale fiaccolata da Solferino a Castiglione delle Stiviere, lungo il tragitto percorso dai soccorritori che trasportarono i feriti durante la battaglia. Un appuntamento suggestivo, illuminato dalla luce di migliaia di fiaccole che, insieme all’entusiasmo dei volontari provenienti da tutte le nazioni, rende l’evento unico. Quest’anno però, l’emergenza Covid ha impedito lo svolgimento di questa manifestazione.

La fiaccolata si snoderà per le vie di Villar Dora, con partenza alle ore 20 dalla vecchia sede di via Pellissere per confluire presso l’attuale sede di via Cuminie. Potranno partecipare anche coniugi, figli, amici e animali dei volontari, il tutto nel rispetto dell’attuale normativa che regolamenta i gruppi di cammino in assoluta sicurezza e garantendo il distanziamento sociale.

«Invitiamo – afferma il Comitato – tutti i Villardoresi ad affacciarsi alla finestra e a salutare con la luce di una candela o di una torcia, il passaggio dei nostri volontari facendo così rivivere la magia di una storia, la nostra storia».

L. R.

© Riproduzione riservata