Con la seconda domenica di febbraio si è confermato l’appuntamento dei donatori di sangue, con il prelievo collettivo organizzato dai volontari della FIDAS Caselette.

Aumentano i donatori

Come già nel 2018, anche quest’anno si è registrato un aumento delle donazioni, passate da 24 a 29.

Il gruppo è però contento anche per altri due motivi: in primis il costante presentarsi di nuovi potenziali donatori ad ogni prelievo: il gruppo è in costante crescita. In secondo luogo, e forse paradossalmente ancora più importante, domenica sono arrivati i primi timidi segnali di nuovi volontari che potrebbero aiutare il direttivo.

Si cercano volontari

Il gruppo caselettese è infatti alla ricerca di persone che aiutino nell’organizzazione dei prelievi. Questo vale soprattutto nei venerdì mattina (quattro all’anno), in cui la maggior parte dei membri del direttivo lavora. “Sono a rischio le donazioni feriali nel 2020 se nessuno si fa avanti”, dicono dal direttivo.

L’identikit perfetto è quello del donatore abituale del venerdì: “Basterebbe che qualcuno di loro desse la disponibilità a coprire anche solo la mattinata”.

Articolo completo su La Valsusa del 14 febbraio 2019

Paola Bertolotto

© Riproduzione riservata