“Operazione: Amarcord” pronta a scattare. È infatti andato in stampa, lunedì 30 aprile, il libro intitolato “Giaveno… C’era una volta” (Echos edizioni, 22 euro), un poderoso volume di quasi 300 pagine che ospiterà qualche migliaio di immagini della Giaveno che fu. Buona parte delle foto che vi si potranno trovare fanno parte della collezione privata che il sindaco del capoluogo valsangonese, Carlo Giacone, possiede (e arricchisce) da decenni: cartoline che ritraggono Giaveno, i suoi monumenti e i suoi dintorni dalla metà del XIX secolo fin quasi ai giorni nostri. Ma non saranno soltanto i paesaggi e le vedute a trovare spazio nel libro: pure i personaggi, più o meno noti o del tutto anonimi, che hanno trasformato un piccolo paese in una moderna città saranno presentati ai lettori grazie alle foto trovate e messe a disposizione dai numerosi curatori del volume: Gabriele Giacone (il figlio maggiore del primo cittadino), Andrea Maritano, Andrea Bes, Elena Tilic, Patrizia Lussiana, Roberta Giai Via, Anna Guglielmino e Mariangela Pivotto. Servizio su La Valsusa del 3 maggio.

 

 

La chiesa di San Giovanni alla Buffa di Giaveno

Giaveno, la chiesa- collegiata di San Lorenzo Martire

L’Aquila di Giaveno

Cartolina da Giaveno

A.T.

Alcuni curatori del libro con il sindaco Giacone e i consiglieri Favaron e Tizzani

© Riproduzione riservata