Si sa, l’occasione fa l’uomo ladro, ma cosa si provi a “grattare” qualche euro di stoffa posizionata per abbellire una panchina di via Coazze dalla vicina merceria “Gabri Tricot” è ancora un mistero.

Eppure è quanto hanno scoperto le titolari dell’attività giavenese alla riapertura del loro negozio dopo la breve pausa ferragostana: qualcuno aveva portato via gli abbellimenti che erano stati posizionati poco dopo la fine del lockdown, per festeggiare la rinascita con un po’ di colore.

Passato lo sconforto iniziale, però, le titolari si sono rimesse di buzzo buono e hanno realizzato, questa volta, dei simpatici cuscini che adornano la solita panchina, nella speranza che tutti si fermino ad ammirarla, qualcuno ci si sieda per farsi un selfie e, possibilmente, nessuno se li porti via.

Nella foto: il primo allestimento (rubato) e la nuova veste della panchina.

© Riproduzione riservata