Una promessa è una promessa e va mantenuta: dopo il successo delle cene organizzate all’interno de L’Arcano Osteria della Sala, i ragazzi diversamente abili ospiti della comunità- alloggio “Colibrì” e i loro educatori replicheranno, in scala maggiore, l’esperimento (ottimamente riuscito) di ristorazione sociale nato circa un anno e mezzo fa. Lo faranno con la simpatica iniziativa intitolata “DiversAbili e Arruolati. Un, due, tre, a tavola!”, venerdì 4 maggio, alle 20, all’interno della sede del Gruppo Alpini Giaveno- Valgioie di via Caduti sul Lavoro a Giaveno, locale in grado di ospitare comodamente fino a 200 persone. All’iniziativa prenderanno parte anche i ragazzi che frequentano il Centro Diurno (Cst) “CreAbile” di via Don Pogolotto che saranno aiutati dai sempre efficienti Alpini di Dario Galletto & soci, penne nere in grado di sfamare, con gusto ed eleganza, grandi quantità di affamati. Il costo della cena è di 20 euro a testa, tutto compreso. La serata, che rappresenta un nuovo progetto di inclusione e condivisione, è organizzata grazie alla collaborazione fra la Codess, la cooperativa che gestisce Il Colibrì e il Cst, il Comune di Giaveno e l’Unione Montana dei Comuni della Val Sangone. Chi non dovesse riuscire a partecipare alla serata del 4 maggio non si disperi: la cena sarà replicata anche il 21 settembre e il 30 novembre prossimi.  Per prenotazioni e informazioni si possono contattare le seguenti persone: Luca (Colibrì) 333- 3607515, Clara (CreAbile) 346- 6960839, Rina (gruppo Alpini) 335- 6136433, Carmela (gruppo Alpini) 392- 1319553.

A.T.

Colibrì cst Alpini Giaveno Valgioie

Foto di gruppo con i ragazzi del Cst di Giaveno, della comunità Colibrì di Sangano e con gli Alpini di Giaveno- Valgioie

© Riproduzione riservata