Per la festa del copatrono San Lorenzo, martedì 10 agosto, vi saranno occasioni di festeggiamento, ma con alcune limitazioni.

Ci saranno le serate dedicate al liscio, ma non si potrà ballare e il mercatino sarà ridotto come numero di banchi.

I fuochi si faranno ugualmente, ma in un’area differente rispetto a quella dell’anno scorso, scelta in modo che sia possibile evitare assembramenti e garantire la visibilità dello spettacolo pirotecnico in gran parte della città senza necessità di spostamento.

I fuochi inizieranno alle 22,30.

Naturalmente l’amministrazione invita la cittadinanza a rispettare le consuete norme anti-Covid quali igiene delle mani, distanziamento e mascherina.

A partire dalle 18 previsto il mercatino diffuso nel centro storico con bancarelle di artigianato e hobbisti. A differenza degli altri anni, non sarà chiusa via Roma; saranno infatti presenti meno bancarelle rispetto al solito.

In piazza Mautino alle ore 21 per “Musica sotto le stelle di San Lorenzo” l’orchestra Tony D’Aloia: serata in allegria con musica e sketch divertenti. L’accesso in Piazza Mautino sarà consentito solo ai possessori di Green Pass; le persone saranno sedute in posti distanziati.

“Anche quest’anno nel rispetto delle nostre tradizioni abbiamo voluto mantenere la festa di San Lorenzo, per dare l’opportunità ai commercianti di poter lavorare in una giornata importante per tutti i giavenesi – dicono dall’Amministrazione – Invitiamo però la popolazione a non sprecare questo momento di festa con comportamenti inopportuni, cercando di essere responsabili. E come l’anno scorso ci sarà l’ordinanza specifica con l’obbligo dell’utilizzo della mascherina anche all’aperto nei luoghi della manifestazione”.

© Riproduzione riservata