Ancora una volta, occhio ai finti addetti della Smat.

Un nuovo caso di truffa ai danni di una coppia di anziani giavenesi è infatti avvenuto lunedì 18 marzo, in pieno centro città.

Un uomo, con fare affabile, è riuscito a farsi aprire la porta di casa e, con la scusa di controllare la pressione dell’acqua, è riuscito ad arraffare i gioielli che la coppia custodiva in casa da una vita.

Si ricorda che gli operai che si occupano di manutenzione alle utenze (acqua, luce e gas) non sono autorizzati a entrare nelle abitazioni private.

Ogni caso sospetto deve essere segnalato tempestivamente alle Forze dell’Ordine.

© Riproduzione riservata