Nel pomeriggio di sabato 27 giugno, a Giaveno, un trattore proveniente da borgata Villa sul cui rimorchio si trovava un piccolo escavatore ha distrutto una delle due barriere di legno messe a protezione dell’Arco delle Streghe, edificio fra i più antichi ancora abitati del capoluogo valsangonese, risalente al XIII secolo.

Nessuna persona è rimasta ferita e, fortunatamente, la protezione ha funzionato, risparmiando gravi danni all’Arco che sarebbero stati causati da un eventuale impatto con la parte superiore dell’escavatore.

 

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Giaveno e i Carabinieri che hanno messo in sicurezza l’area.

“Non è la prima volta che accade — spiega la proprietaria dell’Arco, la signora Carla Rosso — Inoltre, nonostante il passaggio sotto l’Arco sia molto stretto, le auto continuano a correre troppo velocemente, con gravi rischi per l’incolumità delle persone e dell’edificio. Per questo motivo mi sono rivolta al Comune, affinché prenda provvedimenti al riguardo”.

Servizio su La Valsusa del 2 luglio.

 

 

 

© Riproduzione riservata