Giaveno

Giaveno, individuato il ladro delle casette di Natale: è un minorenne valsusino

È stato individuato l’autore dei furti alle casette di Natale avvenuti domenica 12 dicembre.

Le due strutture posizionate in piazza San Lorenzo sotto l’albero di Natale e nel parco comunale erano state forzate rompendo i lucchetti e le serrature delle porte. Erano stati sottratti oggetti di modico valore e dei biscotti; il danno più ingente era proprio quello alle strutture.

Grazie al lavoro investigativo e alla visione dei filmati delle telecamere, il Comando di Polizia Municipale è riuscito a vedere il soggetto che aveva compiuto il reato, e nei giorni successivi lo ha monitorato, anche con appostamenti specifici.

Lunedì 27 dicembre, il ragazzo (si tratta di un minorenne residente in Val di Susa) si trovava nel parco comunale ed è stato individuato grazie agli stessi vestiti che indossava il giorno del furto.

Fermato e identificato, ha poi ammesso il reato. I genitori sono stati avvertiti e convocati in caserma. Durante il colloquio, è emersa una situazione difficile, caratterizzata anche da abuso di alcol e di sostanze da parte del ragazzo che è stato deferito all’autorità giudiziaria della Procura peri minorenni di Torino per il reato di furto aggravato continuato.

Il vicesindaco con delega alla Sicurezza, Stefano Olocco, commenta: “C’è stato un ottimo lavoro di ricostruzione grazie a un’operazione certosina svolta dal Comando della Polizia Locale per questo lavoro di indagine. È un’ulteriore dimostrazione del fatto che le telecamere funzionano e che anche l’ultimo investimento nel bilancio, per le attrezzature proprio nel parco comunale, ha portato risultati”. 

Il Sindaco, Carlo Giacone, conclude: “Mi complimento con il nuovo comandante Gianni Franchino che dimostra competenze investigative, e con tutta la sua squadra. Le competenze, unite all’utilità della videosorveglianza, hanno permesso di individuare il responsabile. La videosorveglianza negli ultimi tempi ha già dato diversi risultati positivi in diverse occasioni. A Giaveno per fortuna non vi sono episodi gravi di microcriminalità come può succedere nelle metropoli o nella prima cintura, però occorre fare prevenzione e fermare sul nascere anche le piccole situazioni di vandalismo e piccoli furti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.