Appuntamenti

Giaveno, la Shoah vista con gli occhi dei bimbi della primaria Anna Frank

Siate sempre come la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati”. Lo ha detto la senatrice a vita, Liliana Segre, in un memorabile discorso al Parlamento europeo due anni fa, evocando il disegno di una bimba costretta a vivere nel ghetto di Terezin.

La farfalla gialla, anzi tante farfalle gialle fanno da guida ad un’inedita mostra temporanea allestita in questi giorni nella Primaria Anna Frank in vista della Giornata della Memoria. Un percorso che si sviluppa nei due piani della scuola e che conduce i visitatori, le famiglie degli alunni ma anche il pubblico più vasto, in una delle pagine più drammatiche della storia, la Shoah, vista con gli occhi dei bambini e raccontata attraverso poesie, disegni, pensieri e musiche.

Una mostra capace di affrontare con semplicità e leggerezza – che non è superficialità – contenuti profondi e toccanti, declinandoli in base all’età e lasciando spazio all’interpretazione di ogni studente.

Ed ecco che spuntano conigli colorati di rosa come quello che Anna, nel racconto di Judith Kerr, fu costretta a lasciare a casa nella fuga dai nazisti, gli autoritratti di Anna Frank e Liliana Segre con le loro storie e le loro riflessioni, la struggente poesia “La farfalla” di Pavel Friedman, valigie aperte e piene di parole di pace, treni che portano verso l’ignoto e treni che portano verso la libertà.

Una mostra, arricchita da due audiovisivi, che merita di essere visitata, come hanno fatto nei giorni scorsi l’assessora alla Scuola Anna Cataldo e il collega alla Cultura Edoardo Favaron, insieme alla dirigente scolastica Enrica Bosio. “ Una bella iniziativa che ha permesso ai bambini di riflettere su un tema così delicato, lo sterminio degli ebrei, espresso attraverso la loro creatività e sviluppando percorsi adeguati alle diverse età dei bambini. Complimenti a tutta la scuola per l’ottimo lavoro” è il commento dei due assessori.

Inizialmente prevista fino a venerdì 19, la mostra è stata prorogata di una settimana (fino al 27) con orario dalle 17 alle 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.