Quella appena trascorsa avrebbe dovuto essere, per Giaveno, una settimana importante dal punto di vista artistico.

Il 15 maggio, in occasione del ventennale dalla morte, avrebbero dovuto riaprire i battenti del Museo Alessandri, inaugurato un anno fa nell’ex scuola Anna Frank e aperto per pochi giorni. Uno spazio dedicato al pittore Surfanta che a Giaveno visse, lavorò per cinquant’anni e morì.

Al contempo, a Torino, grazie alla collaborazione tra l’amministrazione comunale e il Consiglio Regionale, avrebbe dovuto tenersi la mostra “Le lune di Alessandri”.

Servizio su La Valsusa del 21 maggio.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata