Ha colto alla sprovvista e gettato nello sconforto l’intera comunità giavenese la notizia dell’improvvisa morte di Sergio Portigliatti.

Sergio è infatti mancato, all’età di 71 anni, nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 28 febbraio, probabilmente a causa di un infarto, mentre stava potando alcuni alberi su un terreno di sua proprietà, in borgata Monterossino.

A trovare il corpo è stato il nipote, quell’Edoardo Portigliatti, giovanissimo campione di Trial, di cui nonno Sergio era tanto orgoglioso. I soccorsi sono stati tempestivi, ma, purtroppo, non c’è più stato nulla da fare.

Sergio era anche noto per il suo ruolo ultratrentennale di comandante locale delle guardie ambientali Fipsas e, l’anno scorso, aveva festeggiato i 50 anni di matrimonio con Bruna Pellizzari.

Giaveno si è subito stretta attorno alla moglie, al figlio Danilo, storico “barbè” giavenese con un passato nei Vigili del Fuoco volontari della città, alla nuora Monica e a Edo.

Il Rosario sarà recitato, nella chiesa di San Lorenzo Martire, alle ore 17,15 di domenica 3 marzo. Il funerale si terrà, nella medesima chiesa, alle 15,30 del giorno successivo, lunedì 4. 

© Riproduzione riservata