Nella mattinata di oggi, sabato 6 giugno, un cucciolo di capriolo abbandonato è stato portato al Canc (Centro Animali non Convenzionali) di Grugliasco dagli agenti della Polizia Municipale di Giaveno.

Il cucciolo, infatti, era stato accarezzato da alcune persone ieri, al confine fra i comuni di Giaveno e Valgioie, e per questo motivo era stato successivamente abbandonato dalla madre.

“Lo abbiamo scritto e detto in tutti i modi, ma evidentemente c’è ancora troppa gente ignorante che va in giro per i boschi senza un minimo di conoscenze ‘etologiche’ — spiega il veterinario dell’Asl To3, Mauro Moretta, che ha seguito le operazioni dei vigili urbani — A causa dell’ignoranza, e forse dell’egoismo nel voler a tutti i costi accarezzare il ‘bambi’ di disneyana memoria, un altro animale selvatico morirà o nella migliore delle ipotesi finirà in un centro di detenzione, senza poter fare la vita che la natura aveva scelto per lui”.

 

© Riproduzione riservata