Trentacinque multe elevate in un mese, in pratica una media di una al giorno. Tanti sono coloro che si sono visti recapitare nella buca delle lettere una salata sanzione per essere passati con il rosso al semaforo di via Coazze.

Dal 4 agosto scorso, infatti, dopo un periodo di prova, è entrato in funzione il T-red, ovvero la telecamera per il controllo e il sanzionamento di chi passa con il rosso, posizionata all’incrocio ma, al momento, solo sulla corsia di marcia per chi proviene da Coazze verso Giaveno.

Articolo completo su La Valsusa del 2 settembre.

© Riproduzione riservata