È successo di nuovo. Un’altra anziana è stata truffata da falsi tecnici che, con fantomatiche scuse, sono entrati in casa e hanno portato via oggetti preziosi. L’episodio è avvenuto nella mattina di mercoledì 13 giugno, in pieno centro a Giaveno; spacciandosi per incaricato della Smat e usando come scusante il controllo di fantomatiche vibrazioni del rubinetto, un uomo è riuscito a farsi aprire l’uscio di casa da una anziana. Da lì è partita la messa in scena, che ha indotto la signora a tirare fuori dal cassetto gli ori; dopo di che l’uomo si è dileguato e con lui i preziosi monili. A comunicarlo è lo stesso sindaco Carlo Giacone, informato del fatto, che non si stanca di ricordare ai suoi concittadini, soprattutto anziani e soli, di essere sempre diffidenti verso chi si presenta come tecnico di servizi pubblici. “Nel dubbio chiamate il 112 o il centralino del Comune”. L’ennesima truffa è stata denunciata ai Carabinieri.

© Riproduzione riservata