Un calendario ricco di eventi farà scoprire domenica 14 aprile abbazie, chiese e pievi romaniche in tutta la Valle di Susa per la prima Giornata del Romanico.

L’iniziativa, promossa dalla Regione Piemonte, ha coinvolto tutti gli attori del territorio a vario titolo interessati a promuovere le chiese romaniche e le aree limitrofe, per sviluppare una proposta unica di valorizzazione turistica con al centro i beni architettonici, la cultura, l’outdoor, il turismo religioso, l’enogastronomia.

Nell’anno dedicato a livello nazionale al turismo “slow”, questo evento sarà un’occasione privilegiata per far conoscere monumenti e itinerari spirituali collegati al Romanico e alla Via Francigena.

Dieci i siti culturali che in Valle di Susa saranno oggetto di visite guidate:

  • Chiesa di San Pietro ad Avigliana, ore 9:30-18:30
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore ad Avigliana, ore 16-18
  • Cappella di San Valeriano a Borgone Susa, ore 14:30-17:30 (anche il sabato 13)
  • Chiesa di Santa Maria Assunta e cripta a Caprie, ore 14-17:30
  • Chiesa di San Rocco a Condove, ore 9-12 e 15-18
  • Certosa di Madonna della Losa a Gravere, ore 14-17:30
  • Abbazia dei SS. Pietro e Andrea a Novalesa, ore 9:30-12:30 e 14-16
  • Sacra di San Michele a Sant’Ambrogio di Torino, ore 9:30-17
  • Chiesa parrocchiale di S. Antonino martire a Sant’Antonino di Susa, ore 16-18
  • Cattedrale di San Giusto a Susa, ore 14-17:30

Le mostre

Mostra pittorica “Tra fede e ribellione” di Pippo Leocata nella chiesa di San Rocco a Condove aperta in orario 9-12 e 15-18. Ingresso libero.

Concerti e narrazioni

Nella chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgovecchio ad Avigliana alle 16 concerto “O fortuna” dell’ensemble di strumenti antichi “Sigismondo”.

Il programma prevede l’esecuzione di 16 pezzi tra mottetti a tre voci, canoni, chanson, fantasie, capricci in musica, madrigali e ground di compositori diversi.

L’ingresso è libero. Al termine del concerto è offerto un rinfresco.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata