Trasferta rivolese, sabato 23 e domenica 24 marzo, per la Delegazione FAI della Valle di Susa.

Per questa ventisettesima edizione delle Giornate di Primavera il sodalizio ha scelto di puntare i riflettori su quattro beni, due dei quali riservati ai soli iscritti FAI: il ninfeo del Castello, l’antica collegiata di S. Maria della Stella, la chiesa di Santa Croce e la casa del “Conte Verde”.

Dalle 10 alle 17 si terranno le visite guidate a cura di accompagnatori volontari tra cui gli “Apprendisti Ciceroni”, vale a dire gli studenti delle classi terze del liceo “Charles Darwin” di Rivoli.

Il percorso ideato in occasione della Giornata prevede la scoperta della chiesa di Santa Croce.

Nonostante sia stata costruita nel XVII secolo, conserva tracce del passato medievale. L’interno è decorato in stile rococò e presenta affreschi del XVIII secolo.

Interessante il portale ligneo che reca scene della passione di Cristo e una singolare figura sindonica.

Il secondo bene aperto a tutti è la casa del “Conte Verde”: le tracce di decorazione dipinta venute alla luce anche sui pilastri del loggiato superiore aiutano a immaginare la fastosità di questa residenza.

Articolo completo su La Valsusa del 14 marzo.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata