Dopo il successo del ritiro d’Avvento a Signols, per una ventina di ragazzi delle medie, provenienti da tutta la diocesi, il 10 e 11 marzo è stato tempo di una nuova avventura, questa volta presso i locali della parrocchia di Foresto.

Due giorni trascorsi insieme per provare a prepararsi al meglio alla Pasqua, durante il tempo di Quaresima, ragionando sull’ amore, smisurato, dimostrato da Gesù nella sua azione di prendersi cura del prossimo. Fulcro delle riflessioni è stato il brano di Vangelo della “Lavanda dei piedi”, grazie al quale i ragazzi hanno potuto riflettere sul tema del servizio. Incalzati dagli spunti dell’intervento di don Luigi Chiampo, parroco di Bussoleno e Foresto, gli acierrini si sono dapprima interrogati su chi, nella quotidianità, dedichi loro maggiore attenzione. Successivamente, si sono soffermati sulla capacità di prendersi cura di se stessi, passo essenziale per giungere a mettersi personalmente al servizio del prossimo, proprio come fatto da Gesù durante l’Ultima Cena.

Nella giornata di domenica, invece, grazie ad attività più pratiche, tra cui la costruzioni di origami, si è sottolineato come un’opera concreta di affetto sia molto più significativa delle sole belle parole.

Ma nonostante il tempo davvero inclemente per quasi tutto il fine settimana, non sono ovviamente mancati i momenti di svago e divertimento: dalla caccia al tesoro per le vie del paese al gioco serale di paura, passando per il semplice tempo libero da trascorrere in compagnia, per tutti c’è stata l’occasione di rinsaldare vecchie amicizie e di crearne di nuove.

La due-giorni è terminata con una merenda condivisa tra animatori, ragazzi e genitori, che ha permesso di concludere in allegria un ritiro che, per dirla con le parole di uno dei partecipanti, “aspettavo da un mese e che ora è già finito”. In merito alla riuscita di questa iniziativa, l’équipe ACR ringrazia calorosamente don Luigi per il suo prezioso contributo alla riflessione, la presidente Angela Pangia per la disponibilità in cucina e le famiglie che hanno accompagnato i ragazzi a vivere questa avventura. L’Acr, si appresta a trascorrere con slancio ed entusiasmo gli ultimi mesi di attività nei vari gruppi parrocchiali, con lo sguardo già proiettato verso il campo estivo di Bessen Haut del 22-29 luglio prossimi.

© Riproduzione riservata