Giovedì 28 marzo, alle 18, all’interno della nuova libreria Panassi (Mondadori Bookstore) di Giaveno, in via XX settembre, 19, Giovanni Impastato, fratello di Giuseppe (“Peppino”), presenterà il suo libro intitolato Oltre i Cento passi.

È la primavera del 1977 quando Peppino Impastato, insieme a un gruppo di amici, inaugura Radio Aut, una radio libera nel vero senso della parola.

Da Cinisi, feudo del boss Tano Badalamenti, e dall’interno di una famiglia mafiosa, Peppino scuote la Sicilia denunciando i reati della mafia e l’omertà dei suoi compaesani.

Una voce talmente potente che poco più di un anno dopo, la notte tra l’8 e il 9 maggio, viene fatta tacere per sempre. Ma pure questo è uno degli errori della mafia: pensare corto. Perché, anche se non era scontato, la voce di Peppino da allora non ha mai smesso di parlare, di lottare per la dignità delle persone, di illuminare la strada.

Per la prima volta, Giovanni, fratello di Peppino, che ne ha raccolto il testimone, fa il punto della situazione delle mafie – e delle antimafie – in Italia, dall’osservatorio di Casa Memoria e del Centro Impastato, da quarantanni in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata.

Il libro è arricchito dalle illustrazioni di Vauro.

L’incontro di giovedì, organizzato con la collaborazione della scuola media Gonin di Giaveno e dell’Associazione Calabresi di Alpignano e Caselette, ha ricevuto il patrocinio della Città di Giaveno.

© Riproduzione riservata